Organo direzione informatica della Confederazione ODIC

I compiti dell'Organo direzione informatica della Confederazione (ODIC) sono disciplinati nell'ordinanza sull'informatica nell'Amministrazione federale (OIAF).

L'ODIC ha segnatamente i seguenti compiti:

  • preparare gli affari TIC del Consiglio federale ed eseguire i mandati che ne derivano e che il Consiglio federale gli affida;

  • prendere atto delle esigenze dei dipartimenti e della Cancelleria federale e proporre al DFF a destinazione del Consiglio federale i relativi servizi standard compresi il modello di mercato e la definizione dei ruoli per l'acquisizione di prestazioni. Al riguardo fornisce la prova della loro utilità economica;

  • gestire i servizi standard TIC. Rientrano in questo ambito la gestione delle esigenze, la progettazione, la responsabilità del servizio richiedente o, se si tratta dell'acquisizione interna di prestazioni, l'acquisto, la pianificazione delle versioni, la regolamentazione del finanziamento generale e il controllo relativo alla qualità delle forniture di prestazioni nonché la gestione dei contratti;

  • definire le direttive TIC a livello di Confederazione conformemente alla strategia TIC stabilita dal Consiglio federale. Rileva a tal fine le esigenze dei dipartimenti e della Cancelleria federale. È responsabile della gestione finanziaria delle TIC a livello di Confederazione, come pure degli strumenti di sostegno alla gestione e alla direzione delle TIC, in particolare per quanto riguarda il controlling e la gestione del portafoglio TIC;

  • decidere sulle deroghe alle direttive che ha emanato;

  • decidere in merito alle richieste dei dipartimenti, della Cancelleria federale e delle unità amministrative concernenti disposizioni speciali in relazione all'attribuzione di diritti e mandati rilevanti dal profilo della sicurezza, in particolare riguardo a firewall, diritti d'accesso e privilegi. L'ODIC decide misure di sicurezza TIC specifiche qualora l'Amministrazione federale fosse esposta a rischi;

  • accertare, quale organo peritale incaricato da un dipartimento o dalla Cancelleria federale, i fatti legati a incidenti presunti o avvenuti in relazione alla sicurezza;

  • nominare l'Incaricato della sicurezza informatica della Confederazione;

  • gestire la «Centrale d'annuncio e d'analisi per la sicurezza dell'informazione MELANI» in collaborazione con il Servizio delle attività informative della Confederazione;

  • dirigere programmi TIC;

  • gestire la Segreteria «e-government Svizzera»;

  • gestire il Servizio specializzato «Tecnologie dell'informazione nell'ambito degli acquisti pubblici».

L'ODIC collabora con i Cantoni, con le competenti organizzazioni, con l'economia e con partner esteri e rappresenta la Confederazione in seno alle organizzazioni interessate.

Esso istituisce organismi nell'ambito dei suoi compiti. I dipartimenti e la Cancelleria federale nominano i loro rappresentanti che soddisfano i requisiti e dispongono delle necessarie competenze tecniche.

L'ODIC può delegare decisioni di secondaria importanza, in particolare riguardanti deroghe alle direttive TIC, requisiti per l'esercizio delle TIC o lo svolgimento di progetti e programmi: ai dipartimenti o alla Cancelleria federale, a organizzazioni di programmi o progetti.

https://www.isb.admin.ch/content/isb/it/home/das-isb/informatikorganisation-bund/informatiksteuerungsorgan_des_bundes_isb.html