La sicurezza informatica dipende anche da voi

Praticamente tutti i settori della vita di oggi sono segnati dall'informatica. Questo rende molte attività più facili per noi, ma nasconde anche pericoli. Con il vostro comportamento corretto date un importante contributo alla sicurezza dei dati e dell'infrastruttura. L'astronauta «Cybie» e la sonda «Digi», le mascotte della nuova campagna di sensibilizzazione per la sicurezza informatica nell'Amministrazione federale, vi daranno utili consigli.

 

Hallo!

È una delle password più utilizzate in Svizzera – e una delle più deboli.

Nessuna password è sicura al cento per cento. Grazie a software sofisticati gli hacker possono testare automaticamente e in pochi secondi tutte le combinazioni di lettere possibili. Potete però dar loro filo da torcere, creando password complesse. Più una password è complessa, infatti, e più gli hacker avranno difficoltà a intercettarla e ad accedere ai vostri dati personali.

Creare una password sicura

I seguenti consigli possono essere utili per creare una password sicura.

  • Lunghezza:
    per essere efficace, una password deve contenere almeno 8 caratteri, meglio ancora se sono 12 o anche di più.
  • Eterogeneità:
    evitate di utilizzare solo le minuscole. Sfruttate invece tutte le possibilità della vostra tastiera per inserire maiuscole, numeri e caratteri speciali.
  • Coincidenza:
    non utilizzate parole conosciute o sequenze di numeri che hanno un senso. Evitate quindi i termini contenuti nei dizionari, i cognomi e le date di nascita, i codici di avviamento postale o le sequenze di numeri come «1234».
  • Unicità:
    create una password diversa per ogni conto che aprite. In caso di furto, solo il conto interessato sarà compromesso e potrete quindi evitare il rischio di utilizzo abusivo dei vostri dati cambiando immediatamente la password.
  • Personalizzazione:
    poco importa che acquistiate dispositivi nuovi o d’occasione. Non dovete in nessun caso conservare la password iniziale predefinita ma creare una password personale e complessa. Le password predefinite vengono attribuite a vari dispositivi e possono quindi essere conosciute da terzi.

Informazioni ulterioti:
Accessi e autorizzazioni

 

Gestione sicura delle password

Gli appunti su un biglietto o le liste Excel non si prestano affatto a garantire la sicurezza delle password personali. Qual è, allora, il modo più adatto per gestirle? Una soluzione semplice ma efficace consiste nell’utilizzare un «password manager» (o «password safe»), in cui vengono registrati e salvati in maniera criptata tutti i dati di login. L’unico login da ricordarsi è dunque quello per il password manager, che consente poi di accedere a tutte le altre password da vari dispositivi personali.

Comportamento corretto:

 
 

Commento:

La campagna ICT Security si rivolge ai collaboratori dell'Amministrazione federale. Naturalmente, molte informazioni e suggerimenti valgono anche per gli utenti al di fuori dell'Amministrazione federale.

Ultima modifica 05.09.2019

Inizio pagina